Saturday, January 30, 2010

Fritole Venete Al Forno e Vegan


Bisogno di dolci? Io decisamente si, che poi si avvicini il carnevale e che ogni rivista sia stracolma di fritti e robe a spaventosi livelli di glicemia è solo un dettaglio. Le sperimentazioni con la Soyabella continuano e non ci crederete ma al secondo tentativo ho già ottenuto un latte di soia decente. Anzi buono (solo aggiungendo un pizzico di sale). Sono ancora alla ricerca di colini/stampini per formaggi/tofu per potermi cimentare come si deve nell'arte della cagliatura... Intanto ho sufficiente latte di soia per poter vivere di cappuccini per la prossima settimana e ne avanzo pure un po' per questi dolcetti, la ricetta originale si trova su "cucina naturale" di febbraio.
Io ho omesso del tutto l'uovo e usato una parte di farina di mais fioretto (solo perchè ne ho un po' da smaltire), ho usato delle scorze di arancia candite con lo zucchero di canna al posto della scorza grattugiata e tolto lo zucchero. Dopo una serie di peripezie il mio forno ha di nuovo la luce interna... il che mi sembra un miraggio visto che da ottobre che ne facevo, mio malgrado, a meno...

Fritole Venete Al Forno
Ingredienti
Per 4
  • 60 g Farina 00
  • 50 g Farina Di Mais (Fioretto)
  • 20 g Farina Manitoba
  • 100 ml Latte
  • 25 g Uvetta
  • 25 g Pinoli
  • 10 g Lievito Di Birra (fresco) oppure 3,3 g Lievito Di Birra (secco)
  • 1/2 Arancia (scorza candita)
  • 1 tsp Grappa
  • Olio EVO per ungere le superfici
  • Sale
  • Zucchero A Velo

Preparazione
Stemperare il lievito nel latte tiepido mescolando con un cucchiaio. Setacciare le farine e versarle in una ciotola, il latte con il lievito, la grappa e una presa di sale. Amalgamare gli ingredienti e lavorarli per qualche minuto fino ad ottenere un impasto cremoso. A questo punto mescolando con un cucchiaio incorporare la scorza d'arancia, l'uvetta ammolata e i pinoli. Coprire il contenitore con un canovaccio e lasciar lievitare per un'ora in luogo caldo. Alla fine l'impasto dovrà raddoppiare di volume e presentarsi soffice ed elastico. Oliare e infarinare 4 piccoli stampi. Con un cucchiaio distribuire l'impasto lievitato negli stampini che risulteranno pieni a metà. Far assestare il composto battendo gli stampi delicatamente, spennellare con poco olio. Infornare a 180° per 20 minuti circa. Lasciarle raffreddare prima di sformarle. somiglieranno a piccoli panettoni. lasciar raffreddare prima di sformarli. Prima di servire cospargere con zucchero a velo. Ricetta modificata da Cucina naturale febbraio 2010

Stampa La Ricetta

3 comments:

tippitappi said...

ciao raidne, il miglio va crudo nella granola, tostandosi diventa più friabile, i tuoi denti non hanno da temere :)

cobrizo said...

ma che belle queste!

Raidne said...

tippitappi grazie grazie :*
cobrizo... e pure buone!!! e fai la felicità delle amiche a dieta :D