Tuesday, April 15, 2008

Pane Integrale e il Girasole

Sono stata finalmente al tanto sospirato ristorante "Il Girasole" (Via Vincenzo Monti, 32) a Milano, incredibile ma in Italia non ero mai stata in un ristorante vegetariano. Non farò una recensione, non oggi, forse ho bisogno di tornarci :) Quello che vi dico per ora:

  • cortesia
  • piatti fantastici (i piatti vegani sono segnalati con un simbolino sul menu)
  • non proprio economico (ma comunque nella media)

Avrei gradito una maggiore scelta sul menu. Tutto sommato devo dire che mi ha piacevolmente colpito. Colpita soprattutto dalla cosa più semplice: il pane.
Al tavolo ci hanno portato un cestino con del pane e dei crackers di riso e mais (credo). Ma quel pane... indubbiamente preparato con la pasta madre (la leggera acidità che gli conferisce è inconfondibile) arricchito da semi di lino e di girasole... Ottimo. Ho dovuto rifarlo a casa, ma non avevo voglia di rinfrescare la pasta madre. Ho usato poco lievito secco e preso spunto dalla ricetta di Petula per i tempi di lievitazione, non ho aggiunto sale perchè avevo i semi di zucca già tostati e salati.

Ingredienti Pane Integrale per il Girasole

  • 250 g Farina Integrale
  • 100 g Farina Di Grano Saraceno
  • 200 g Acqua
  • 2 g Lievito di birra secco
  • 1 cucchiaio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di semi di zucca tostati e salati
  • 1 cucchiaio di semi di lino

Preparazione
Sciogliere il lievito in poca acqua e unirlo alle farine precedentemente miscelate. Impastare aggiungendo il resto dell'acqua. Mettere l'impasto in una ciotola ampia leggermente unta e coprire con della pellicola (unta). Lasciar riposare in frigo per 8/12 ore. Riprendere l'impasto aggiungere i semini e incorporarli bene. Lasciar lievitare di nuovo al caldo coperto da un panno umido (con l'accortezza di non far toccare l'impasto al panno altrimenti si appiccica tutto, io ho usato il supporto che si usa per cuocere 2 piatti nel microonde) per circa 2 ore.
Cuocere a 200° per mezz'ora o fino a quando suona vuoto. Ottimo, anche se la mancanza del retrogusto leggermente acido si è fatta notare...

2 comments:

Saretta said...

Beh, dovrò provarlo!
Sai che non sei l'unica ad aver emulato Petula sto we???
Butta un po' lìocchio da me...;)
;*
Saretta

Azabel said...

Mhhh... devo ricordarmene la prossima volta che vado a sentire un concerto a Milano... grazie!